Glossario

  • Area Euro: Austria, Belgio, Francia, Finlandia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Grecia, Slovenia, Cipro, Malta, Slovacchia;
  • Unione Europea: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Francia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Bulgaria, Romania;
  • Nord America: Canada e Stati Uniti d’America;
  • Pacifico: Australia, Giappone, Hong kong, Nuova Zelanda, Singapore;
  • Paesi Emergenti: Paesi le cui economie presentano interessanti prospettive di crescita e caratterizzati generalmente da una situazione politica, sociale ed economica instabile; tali Paesi presentano, di norma, un debito pubblico elevato ovvero con rating basso (inferiore ad investment grade) e sono quindi contraddistinti da un significativo rischio di insolvenza.
    Persona fisica sulla cui vita è stipulato il contratto e che può anche coincidere con l’Investitore-Contraente.
    Portafoglio di strumenti finanziari tipicamente determinato da soggetti terzi e valorizzato a valore di mercato, adottato come parametro di riferimento oggettivo per la definizione delle linee guida della politica di investimento di alcune tipologie di fondi/OICR/linee/combinazioni libere.
    Persona fisica o giuridica designata dall’Investitore-Contraente, che può anche coincidere con l’Investitore-Contraente stesso e che riceve la prestazione prevista dal contratto quando si verifica l'evento assicurato.
    Parte dell’importo versato che viene effettivamente investita dall’Impresa di assicurazione in fondi interni ovvero OICR secondo combinazioni libere ovvero secondo combinazioni predefinite. Esso è determinato come differenza tra il Capitale nominale e i costi di caricamento, nonché, ove presenti, gli altri costi applicati al momento del versamento. Nel presente contratto il Capitale investito si riduce nel corso della durata contrattuale per effetto dei prelievi di azioni necessari ad erogare la Rendita e ad imputare i Costi delle coperture assicurative, delle garanzie e di amministrazione.
    Capitale che l’assicurato ha il diritto di ricevere alla data di scadenza del contratto ovvero alla data di riscatto prima della scadenza. Esso è determinato in base alla valorizzazione del capitale investito in corrispondenza delle suddette date.
    Premio versato per la sottoscrizione di fondi interni ovvero OICR secondo combinazioni libere ovvero secondo combinazioni predefinite al netto delle Spese di emissione e dei Costi delle coperture assicurative.
    La categoria del fondo interno/OICR/linea/combinazione libera è un attributo dello stesso volto a fornire un’indicazione sintetica della sua politica di investimento.
    Documento cartaceo attestante la data da cui ha inizio l’esecuzione del contratto e da cui decorrono le coperture assicurative.
    Articolazione di un fondo/OICR in relazione alla politica commissionale adottata e ad ulteriori caratteristiche distintive.
    Decreto Legislativo 7 settembre 2005, n.209.
    Coefficiente applicato al Premio versato per determinare l’importo della Rendita.
    Allocazione del Capitale investito tra diversi fondi interni/OICR realizzata attraverso combinazioni libere degli stessi sulla base della scelta effettuata dall’Investitore-Contraente.
    Allocazione del Capitale investito tra diversi fondi interni/OICR realizzata attraverso combinazioni predefinite degli stessi sulla base di una preselezione effettuata dall’Impresa di assicurazione.
    Compensi pagati all’Impresa di assicurazione mediante addebito diretto sul patrimonio del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera ovvero mediante cancellazione di quote per remunerare l’attività di gestione in senso stretto. Sono calcolati quotidianamente sul patrimonio netto del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera e prelevati ad intervalli più ampi (mensili, trimestrali, ecc.). In genere, sono espresse su base annua.
    Commissioni riconosciute al gestore del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera per aver raggiunto determinati obiettivi di rendimento in un certo periodo di tempo. In alternativa possono essere calcolate sull’incremento di valore della quota del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera in un determinato intervallo temporale. Nei fondi interni/OICR/linee/combinazioni libere con gestione “a benchmark” sono tipicamente calcolate in termini percentuali sulla differenza tra il rendimento del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera e quello del benchmark.
    Patrimonio autonomo della SICAV nelle cui azioni è possibile, in relazione al Prodotto finanziario-assicurativo, allocare il Capitale investito.
    Comunicazione che l’Impresa di assicurazione invia all’Investitore-Contraente qualora il Controvalore delle azioni sottostanti il contratto si riduce oltre una determinata percentuale rispetto al Capitale investito.
Insieme delle clausole che disciplinano il contratto di assicurazione.
    Commissione nazionale per le società e la Borsa.
    Meccanismo in base al quale l’importo della Rendita può solo aumentare e mai diminuire nel corso del tempo, in quanto gli incrementi restano definitivamente acquisiti.
    Il soggetto, persona fisica o giuridica, che può anche coincidere con l’Assicurato, che stipula il contratto di assicurazione e si impegna al pagamento del premio. È titolare a tutti gli effetti del contratto.
    Copertura assicurativa in caso di decesso dell’Assicurato.
    Capitale ottenuto moltiplicando il valore della singola azione per il numero delle azioni sottostanti il contratto.
    Operazione con cui il sottoscrittore effettua il disinvestimento di quote/azioni dei fondi interni/OICR/linee sottoscritti e il contestuale reinvestimento del controvalore ricevuto in quote/azioni di altri fondi interni/OICR/linee.
    Oneri economici posti a carico dell’Investitore-Contraente.
    Costi sostenuti a fronte delle coperture assicurative offerte dal contratto, calcolati sulla base del rischio assunto dall’assicuratore.
    Costi sostenuti a fronte delle garanzie offerte dal contratto (ad es. di restituzione di una data percentuale del Capitale investito). Nel presente contratto Allianz Global Life Limited offre la garanzia di corresponsione dell’importo raggiunto dalla Rendita per l’intera vita dell’Assicurato, indipendentemente dall’andamento delle azioni del Comparto della SICAV scelto dall’Investitore-Contraente.
    Costi sostenuti a fronte dell’amministrazione dei contratti.
    Parte del Premio versato dall’Investitore-Contraente destinata a coprire i costi commerciali dell’Impresa di assicurazione.

Data di decorrenza

    Momento in cui le coperture assicurative divengono efficaci ed in cui il contratto ha effetto, a condizione che sia stato pagato il Premio versato.

Data di riferimento

    Il giorno di valorizzazione delle azioni sottostanti il contratto utilizzato ai fini del calcolo dei valori contrattuali.

Destinazione dei proventi

    Politica di destinazione dei proventi in relazione alla loro redistribuzione agli investitori ovvero alla loro accumulazione mediante reinvestimento nella gestione medesima.

Duration

    Scadenza media dei pagamenti di un titolo obbligazionario. Essa è generalmente espressa in anni e corrisponde alla media ponderata delle date di corresponsione di flussi di cassa (c.d. cash flows) da parte del titolo, ove i pesi assegnati a ciascuna data sono pari al valore attuale dei flussi di cassa ad essa corrispondenti (le varie cedole e, per la data di scadenza, anche il capitale). È una misura approssimativa della sensibilità del prezzo di un titolo obbligazionario a variazioni nei tassi di interesse.
    Riepilogo annuale dei dati relativi alla situazione del contratto di assicurazione, che contiene l’aggiornamento annuale delle informazioni relative al contratto, quali i premi versati e quelli eventualmente in arretrato, il numero e il valore delle quote assegnate e di quelle eventualmente trattenute per il premio delle coperture di puro rischio o per commissioni di gestione o rimborsate a seguito di riscatto parziale, il valore della prestazione eventualmente garantita.
    Età in anni interi determinata trascurando le frazioni d'anno fino a sei mesi ed arrotondando ad un anno intero le frazioni d'anno superiori a sei mesi.
    Fondo interno o OICR.

Fondi d’investimento costituiti da società di gestione del risparmio, che gestiscono patrimoni collettivi raccolti da una pluralità di sottoscrittori e che consentono, in ogni momento e su richiesta, a questi ultimi la liquidazione della propria quota proporzionale.

A seconda delle attività finanziarie nelle quali il patrimonio è investito si distinguono in diverse categorie quali azionari, bilanciati, obbligazionari, flessibili e di liquidità (o monetari). 

Fondo d’investimento per la gestione delle polizze unit-linked costituito all’interno dell’Impresa di assicurazione e gestito separatamente dalle altre attività dell’Impresa stessa, in cui vengono fatti confluire i premi, al netto dei costi, versati dall’Investitore-Contraente, i quali vengono convertiti in quote (unit) del fondo stesso.

A seconda delle attività finanziarie nelle quali il patrimonio è investito sono distinti in diverse categorie quali azionari, bilanciati, obbligazionari, flessibili e di liquidità (o monetari). 

    Operazione che prevede la fusione di due o più fondi interni/OICR tra loro.
    Gestione legata alla presenza di un parametro di riferimento, rispetto a cui la politica di investimento del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera è finalizzata a creare “valore aggiunto”. Tale gestione presenta tipicamente un certo grado di scostamento rispetto al benchmark che può variare, in termini descrittivi, tra: “contenuto”, “significativo”, e “rilevante”.
    Gestione legata alla presenza di un parametro di riferimento e finalizzata alla replica dello stesso.
    Giorno in cui si calcola il valore unitario delle azioni dei Comparti della SICAV. La valorizzazione dei Comparti “Allianz Strategy 15” e “Allianz Strategy 50” è giornaliera.
    Indicatore sintetico qualitativo del profilo di rischio del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera in termini di grado di variabilità dei rendimenti degli strumenti finanziari in cui è allocato il Capitale investito. Il grado di rischio varia in una scala qualitativa tra: “basso”, “medio-basso”, “medio”,
    “medio-alto”, “alto” e “molto alto”.
    Maggiorazione della Rendita attraverso la comparazione alla ricorrenza annua del contratto tra il Controvalore delle azioni sottostanti il contratto ed il Valore Residuo del contratto, secondo la misura e le modalità stabilite dalle Condizioni contrattuali.
    Vedi Contraente.
    È il livello base di Rating affinché l’emittente sia caratterizzato da adeguate capacità di assolvere ai propri impegni finanziari.
    Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo.
    Per mercati regolamentati si intendono quelli iscritti dalla CONSOB nell’elenco previsto dall’art. 63, comma 2, ovvero nell’apposita sezione prevista dall’art. 67, comma 1, del D. Lgs. n. 58/98.
    Modulo sottoscritto dall’Investitore-Contraente con il quale egli manifesta all’Impresa di assicurazione la volontà di concludere il contratto di assicurazione in base alle caratteristiche ed alle condizioni in esso indicate.
    Organismi di investimento collettivo del risparmio, in cui sono compresi i Fondi comuni d’investimento e le SICAV.
    Orizzonte temporale consigliato espresso in termini di anni e determinato in relazione al grado di rischio, alla tipologia di gestione ed alla struttura dei costi dell’investimento finanziario, nel rispetto del principio della neutralità al rischio.
    Premio che l’Investitore-contraente si impegna a versare all’Impresa di assicurazione su base periodica per un numero di periodi definito dal contratto. Nel caso in cui la periodicità di versamento dei premi sia annua è anche detto premio annuo. Laddove l’importo del premio periodico sia stabilito dall’investitore-contraente nel rispetto dei vincoli indicati nelle Condizioni contrattuali, esso è anche detto premio ricorrente.
    Importo versato dall’Investitore-Contraente all’Impresa di assicurazione per l’acquisto del Prodotto finanziario-assicurativo. Il versamento del premio può avvenire nella forma del premio unico ovvero del premio periodico e possono essere previsti degli importi minimi di versamento. Inoltre, all’Investitore-Contraente è tipicamente riconosciuta la facoltà di effettuare successivamente versamenti aggiuntivi ad integrazione dei premi già versati.
    Premio che l’Investitore-Contraente corrisponde in un’unica soluzione all’Impresa di assicurazione al momento della sottoscrizione del contratto.
    Importo annuo che l’Impresa di assicurazione si impegna a pagare all’Investitore-Contraente finché l'Assicurato è in vita. Tale prestazione viene inizialmente erogata attraverso un piano di riscatti parziali programmati operato sulle azioni sottostanti il contratto fino ad esaurimento del Capitale investito. Se e nel momento in cui il Capitale investito risulterà esaurito, per effetto dei prelievi di azioni, la Prestazione annua vitalizia continuerà ad essere erogata, in caso di vita dell’Assicurato, attraverso la corresponsione di una rendita vitalizia, per un ammontare della rendita vitalizia costante e pari all’ultimo importo raggiunto dalla Prestazione annua vitalizia stessa.
    Prodotto caratterizzato dall’investimento prevalente del premio in quote/azioni di fondi interni/OICR – che lega quindi la prestazione dell’assicuratore all’andamento di uno o più prodotti di risparmio gestito – e residuale dello stesso in un contratto finalizzato alla copertura dei rischi demografici.
    Espressione riferita ad ogni possibile attività finanziaria (ovvero ogni possibile combinazione di due o più attività finanziarie) sottoscrivibile dall’Investitore-Contraente con specifiche caratteristiche in termini di modalità di versamento dei premi e/o regime dei costi tali da qualificare univocamente il profilo di rischio-rendimento e l’orizzonte temporale consigliato dell’investimento finanziario. Laddove un’attività finanziaria (ovvero una combinazione di due o più attività finanziarie) sia abbinata ad appositi servizi/prodotti che comportino una sostanziale modifica del profilo di rischio rendimento dell’investimento, ciò qualifica una differente proposta d’investimento finanziario.
    Documento redatto secondo le disposizioni della CONSOB che l’Impresa di assicurazione deve consegnare all’Investitore-Contraente prima della sottoscrizione del Modulo di proposta e che contiene informazioni relative all’Impresa di assicurazione, al contratto e alle caratteristiche assicurative e finanziarie di quest'ultimo.
    La qualifica del fondo interno/OICR/linea/combinazione libera rappresenta un attributo eventuale che integra l’informativa inerente alla politica gestionale adottata.
    Unità di misura di un fondo interno/OICR. Rappresenta la “quota parte” in cui è suddiviso il patrimonio del fondo interno/OICR. Quando si sottoscrive un fondo interno/OICR si acquista un certo numero di quote/azioni (tutte aventi uguale valore unitario) ad un determinato prezzo.
    Giudizio sul merito di credito di uno specifico emittente o di una specifica emissione di strumenti finanziari, tipicamente espresso in una scala qualitativa alfanumerica, rilasciato da soggetti terzi indipendenti (c.d. agenzie di
    rating).
    Diritto dell’Investitore-Contraente di recedere dal contratto e farne cessare gli effetti.
    Risultato finanziario ad una data di riferimento dell’investimento finanziario, espresso in termini percentuali, calcolato dividendo la differenza tra il valore del Capitale investito alla data di riferimento e il valore del Capitale nominale al momento dell’investimento per il valore del Capitale nominale al momento  dell’investimento.
    Vedi Prestazione annua vitalizia.
    Erogazione di un importo vitalizio pagabile a partire dall’inizio del contratto.
    Erogazione di un importo vitalizio pagabile a partire dalla fine del periodo di differimento.
    Possibilità, legislativamente prevista (salvo il caso di proposta-polizza), di interrompere il completamento del contratto di assicurazione prima che l’Impresa di assicurazione comunichi la sua accettazione che determina l’acquisizione del diritto alla restituzione di quanto eventualmente pagato (escluse le spese per l’emissione del contratto se previste e quantificate nella proposta).
    Giorno e mese di ogni annuo corrispondenti alla data di decorrenza delle coperture assicurative.
    Giorno di ogni mese corrispondente alla data di decorrenza delle coperture assicurative.
    Facoltà dell’Investitore-Contraente di interrompere anticipatamente il contratto, richiedendo la liquidazione del  Capitale maturato risultante al momento della richiesta e determinato in base alle Condizioni contrattuali.
    Rischio di un evento futuro e incerto (ad es.: morte) relativo alla vita dell’Investitore-Contraente o dell’Assicurato (se persona diversa) al verificarsi del quale l’Impresa di assicurazione si impegna ad erogare le coperture assicurative previste dal contratto.
    Importo accantonato dall’Impresa di assicurazione per far fronte agli impegni contrattualmente previsti. Tale importo non è liquidabile in base al contratto.
Termini di rilevanza (vedi tabella seguente) indicativi delle strategie gestionali del fondo interno/OICR, posti i limiti definiti nel Regolamento di gestione. 

Swipe to view more

Definizione
Controvalore dell’investimento rispetto al totale dell’attivo del Fondo
Principale
>70%
Prevalente
Compreso tra il 50% e il 70%
Significativo
Compreso tra il 30% e il 50%
Contenuto
Compreso tra il 10% e il 30%
Residuale
<10%
Termine del contratto che, in base alle Condizioni contrattuali, può essere una data certa ovvero coincidere con la data di decesso dell’Assicurato.
Trattasi degli scenari probabilistici di rendimento  dell’investimento finanziario al termine dell’orizzonte temporale d’investimento consigliato, determinati attraverso il confronto con i possibili esiti dell’investimento in attività finanziarie prive di rischio al termine del medesimo orizzonte.
Documento informativo sintetico - redatto secondo le disposizioni della CONSOB - che l’Impresa di assicurazione deve consegnare al potenziale Investitore-Contraente prima della sottoscrizione del Modulo di proposta e che descrive le principali caratteristiche del contratto con particolare riferimento all’investimento finanziario, alle garanzie assicurative ed ai costi.
Allianz European Pension Investments, Società di Investimento a Capitale Variabile, dotata di personalità giuridica propria, assimilabile ai fondi comuni d’investimento nella modalità di raccolta e nella gestione del patrimonio finanziario ma differente dal punto di vista giuridico e fiscale, il cui patrimonio è rappresentato dal capitale della Società di Investimento ed è costituito da azioni anziché quote.
Allianz Global Life dac, Impresa di assicurazione autorizzata all’esercizio dell’attività assicurativa con la quale l’Investitore-Contraente stipula il contratto di assicurazione.
Società di diritto italiano autorizzate cui è riservata la prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio. 
Allianz Global Investors Luxembourg S.A., Società di gestione armonizzata avente sede legale e direzione generale in uno Stato membro diverso dall'Italia, autorizzata ai sensi della direttiva in materia di organismi di investimento collettivo, a prestare il servizio di gestione collettiva del risparmio. 
Spese fisse (ad es. spese di bollo) che l’Impresa di assicurazione sostiene per l’emissione del Prodotto finanziario-assicurativo. 
Operazione con la quale l’Investitore-Contraente richiede il disinvestimento ed il contestuale reinvestimento delle azioni acquisite dal contratto in un altro Comparto della SICAV tra quelli in cui il contratto consente di investire. 

La tipologia di gestione del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera dipende dalla politica di investimento che lo/la caratterizza (c.d. di ingegnerizzazione finanziaria del prodotto). Esistono tre diverse tipologie di gestione tra loro alternative: “flessibile”, “a benchmark” e “a obiettivo di rendimento/protetta”.

La tipologia di gestione “flessibile” deve essere utilizzata per fondi interni/OICR/linee/combinazioni libere la cui politica di investimento presenta un’ampia libertà di selezione degli strumenti finanziari e/o dei mercati, subordinatamente ad un obiettivo in termini di controllo del rischio; la tipologia di gestione “a benchmark” per i fondi interni/OICR/linee/combinazioni libere la cui politica di investimento è legata ad un parametro di riferimento (c.d. benchmark) ed è caratterizzata da uno specifico stile di gestione; la tipologia di gestione “a obiettivo di rendimento/protetta” per i fondi interni/OICR/linee/combinazioni libere la cui politica di investimento e/o il cui meccanismo di protezione sono orientati a conseguire, anche implicitamente, un obiettivo in termini di rendimento minimo dell’investimento finanziario.

Rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell’ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del del/la fondo interno/OICR/linea/combinazione libera ed il patrimonio medio, su base giornaliera, dello stesso. In caso di esistenza di più classi di OICR, il TER dovrà essere calcolato per ciascuna di esse.
Indicatore del tasso annuo di movimentazione del portafoglio del Comparto della SICAV, dato dal rapporto percentuale fra la somma degli acquisti e delle vendite di strumenti finanziari, al netto dell’investimento e disinvestimento delle azioni del Comparto della SICAV, e il patrimonio netto medio calcolato in coerenza con la frequenza di valorizzazione dell’azione.
Il valore del patrimonio netto, anche definito NAV (Net Asset Value), rappresenta la valorizzazione di tutte le attività finanziarie oggetto di investimento da parte del fondo interno/OICR, al netto degli oneri fiscali gravanti sullo stesso, ad una certa data di riferimento.
Il valore unitario della quota/azione di un fondo interno/OICR, anche definito unit Net Asset Value (uNAV), è determinato dividendo il valore del patrimonio netto del fondo interno/OICR (NAV) per il numero delle quote/azioni in circolazione alla data di riferimento della valorizzazione.
Un valore di riferimento utilizzato per determinare l’eventuale incremento della Rendita.
Operazione di calcolo del valore unitario delle azioni del Comparto della SICAV in un determinato momento.
Grado di variabilità di una determinata grandezza di uno strumento finanziario (prezzo, tasso, ecc.) in un dato periodo di tempo.